Tel. 0161.486324 | info@cooperativauno.it

Residenza UNO: Servizi

La struttura si articola su più reparti ed è concepita per ospitare anziani con differenti gradi di autosufficienza.

SERVIZI OFFERTI DALLA STRUTTURA

Servizi di natura sanitaria

Il personale infermieristico si occupa di tutte le esigenze di natura sanitaria, coprendo l'orario dalle h. 08.00 alle 20.00, in collaborazione con i medici di presidio, presenti ogni giorno per circa 2 ore.
Visite, ricoveri ospedalieri e pratiche inerenti vengono organizzate in accordo con i parenti dall'ufficio amministrativo o dall'infermeria.

Fisioterapia

la presenza di due fisioterapisti garantisce la gestione dei pazienti nel recupero funzionale, per quanto concerne le menomazioni e le disabilità motorie, e nel mantenimento delle proprie capacità e autonomie. Il servizio copre l’intera settimana dal lunedì al venerdì (nello specifico: lunedì e martedì tutto il giorno, mentre dal mercoledì al venerdì tutte le mattine). Il servizio viene svolto dalla Dott.ssa Roberta Bellini e dal Dott. Enrico Lebole.

Lavanderia

il lavaggio degli indumenti intimi è compreso nella retta. Se si desidera far lavare tutto il corredo dalla struttura verrà addebitato all’ospite una quota di € 50, 00 al mese. In ogni caso si chiederà alla famiglia di applicare un numero identificativo (fornito dalla struttura prima dell’ingresso) a tutta la biancheria in modo tale da limitare la perdita dei capi.

Parrucchiere

servizio settimanale

Pranzi

per i parenti o gli amici che lo richiedano con un ragionevole preavviso, è possibile pasteggiare insieme agli ospiti pagando un contributo di 10 euro

Callista

Servizio mensile

Servizio di PET THERAPY

è una terapia "dolce", basata sull'interazione uomo-animale, che integra, rafforza e coadiuva le tradizionali terapie e può essere impiegata su pazienti affetti da differenti patologie con obiettivi di miglioramento comportamentale, fisico, cognitivo, psicosociale e psicologico-emotivo. La pet therapy non è quindi una terapia a sé stante, ma una co-terapia che affianca una terapia tradizionale in corso. Lo scopo di queste co-terapie è quello di facilitare l'approccio medico e terapeutico delle varie figure mediche e riabilitative soprattutto nei casi in cui il paziente non dimostra collaborazione spontanea. La presenza di un animale permette in molti casi di consolidare un rapporto emotivo con il paziente e stabilire tramite questo rapporto sia un canale di comunicazione paziente-animale-medico, sia stimolare la partecipazione attiva del paziente. Questa terapia viene svolta tutti i giovedì mattina dalla Dott.ssa Manuela Gullì

Servizio di PSICOTERAPIA

l’obiettivo comune di questo servizio è quello di donare sostegno, supporto e sollievo alle varie figure che si correlano in una situazione di condivisione all’interno della Residenza Uno per anziani, al fine di creare un clima di collaborazione, comprensione, gestione ed “emotivizzazione” delle personali, uniche e diversificate esperienze dove il singolo sia il più possibile preso in considerazione nel ruolo che ricopre all’interno di un insieme fatto di parti che devono coesistere in serenità.

Gli strumenti utilizzati vogliono essere l’ascolto, la comunicazione e la fiducia l’uno dell’altro.

Il perno comune, invece, sarà la figura dello psicologo come punto di riferimento e risolutore delle diverse dinamiche psicoemotive, nonché consulente gestionale per supervisori e dirigenti.

Questo progetto prevede:

  1. Ascolto e supervisione esterna dell’équipe gestionale (direttrice, coordinatrice OSS e coordinatore infermieri);
  2. Ascolto, supervisione e confronto con la fisioterapista, figura che relaziona anche attraverso il contatto fisico con l’ospite;
  3. Ascolto dei familiari degli utenti, alla luce di osservate dinamiche di difficoltà nella scelta di usufruire dell’azienda provando spesso dispiacere, tristezza e/o sensi di colpa, nonché per rassicurarsi sullo stato emotivo del parente attraverso la narrazione delle proprie impressioni ed emozioni al fine si offrire sollievo e comprensione.
    Ciò verrebbe inoltre facilitato rispetto ai nuovi ingressi offrendo dal primo colloquio con la struttura al momento dell’accesso alla stessa la presenza dello psicologo;
  4. Ascolto degli ospiti con capacità dialogiche che possono patire il cambiamento che produce il passaggio dal vivere una propria autonomia all’ avere bisogno di un sostegno anche totale, alla difficoltà di condivisione, alle angosce di morte, alla paura di essere abbandonati, di non farcela, di restare soli.
  5. Infine si prevede un incontro al mese con gli operatori OSS, con le infermiere ed uno con il personale addetto ai servizi, ove il conduttore propone un argomento pilota per cominciare a comprendere quali siano le reali motivazioni ed i reali strumenti utili per svolgere tale ruolo nel modo meno frustrante possibile, al fine di raccoglierne il bello, l’emotivamente coinvolgente, distogliendo l’attenzione dalla mera esecuzione di pratiche di igiene o spostamento dell’ospite per passarla all’importanza della relazione umana, della condivisione di piccoli momenti, dell’appagamento che viene dal donare aiuto ed ascolto, presenza e compagnia a chi, diversamente, trascorrerebbe le proprie giornate senza nulla poter diversificare, attendendo solo l’ora di un pasto o di un cambio turno. L’apprendimento della pazienza. L’evitamento del burn out.

Il progetto viene seguito dalla Dott.ssa Sonia Soave con una copertura dal lunedì al venerdì.

Servizio di LOGOPEDIA

la logopedia è una branca della medicina che studia lo stato fisiologico e patologico degli organi del linguaggio e la correzione dei disturbi linguistici. Spesso purtroppo dopo un ictus o un attacco ischemico transitorio (TIA) il linguaggio e/o la deglutizione possono essere danneggiati con una conseguente incapacità nel comunicare e parlare e/o a una disfagia (difficoltà a mangiare e a bere).
In questi casi l’intervento tempestivo della logopedista e di altre figure professionali permette di valutare il danno effettivo e di comprendere quali misure è necessario adottare per assistere al meglio l’ospite che ha avuto questo problema, aiutandolo così nel recupero della parola e stabilendo l’alimentazione più indicata.

Questo servizio viene seguito dalla Dott.ssa Manuela Gulì che offre un intervento tempestivo in caso di emergenza, occupandosi mensilmente degli ospiti che necessitano di questo supporto e formando il personale della struttura

Progetto Educativo

due volte alla settimana un’educatrice alle dipendenze della struttura si occupa di portare avanti dei progetti educativi con gli ospiti che prevedono attività di manipolazione, musicoterapia, poesia e il colorare

MUSICA

ogni 15 gg si trascorre un pomeriggio in musica dove gli ospiti hanno la possibilità di ballare e cantare con il ns musicista di fiducia

FESTE

nelle feste comandate si preparano pranzi più elaborati con lo scopo di donare una coccola in più ai nostri ospiti. Le famiglie possono partecipare al pranzo insieme al proprio parente al quale sarà riservato un tavolo.

Durante l’anno in diverse occasioni si organizzano feste con svariate tematiche che hanno lo scopo di fare trascorrere agli ospiti e alle famiglie una giornata in allegria con musica e canti, dopo aver gustato un delizioso pranzo tutti insieme. Esempio:

  • Festa della befana;
  • Festa di primavera;
  • Festa di fine estate (se la giornata lo consente si allestisce il gazebo e il parco della struttura dove viene servito un apericena seguito dalla grigliata di carne preparata al momento);
  • Il Dog Day;
  • Festa d’autunno (in questa occasione vengono a trovarci gli Alpini che nel cortile della struttura preparano le castagne per gli ospiti).

Collaborazione con Enti esterni alla struttura

ASSOCIAZIONE VITA TRE

Da diversi anni è una nata una buona collaborazione con questa associazione e grazie alla Dott.ssa Dellamula Tiziana è stato possibile coinvolgere la Scuola Elementare di Saluggia con la quale nell’anno 2017 abbiamo portato avanti un progetto meraviglioso che abbiamo chiamato “La famiglia: due generazioni a confronto”, dove i bambini e i nonni della Casa di riposo e dell’Associazione Vita Tre hanno potuto mettersi a confronto su diverse tematiche tra cui l’alimentazione, l’abbigliamento, il lavoro, ecc… A testimonianza di quanto fatto è stata creata una raccolta di tutte le interviste corredate da disegni o altre attività svolte dai bambini insieme agli anziani in un libro che può essere una tangibile testimonianza delle memorie raccolte e delle riflessioni fatte , non solo per i diretti partecipanti ma anche per le famiglie.

ASSOCIAZIONE “IL SORRISO”

di Chivasso

Le Strutture

Notizie ed Eventi

Nella serata di mercoledì 18 aprile l'amministrazione comunale di Livorno Ferraris ha invitato il Presidente della Cooperativa Sociale Uno, Roberto Amateis e la responsabile dell'asilo nido "Le Piccole Birbe" Maria Fariello a partecipare ad un consiglio comunale durante il quale il sindaco Stefano Corgnati e l'assessore Bianca Mezzalama, mostrando una cortesia ed un senso dell'istituzione fuori dal normale, hanno conferito un riconoscimento alla nostra Cooperativa per l'attività dell' asilo nido.

Sono stati pubblicati, nell'apposita sezione del sito, i report complessivi sui questionari somministrati ai parenti degli ospiti per conoscere la percezione dei servizi offerti nelle residenze per anziani gestite dalla Cooperativa Sociale Uno.

 

Purtroppo i questionari sono stati riconsegnati solo dalla metà dei parenti coinvolti, che ringraziamo per la preziosa collaborazione e per il tempo dedicatoci

Con l'approssimarsi delle dichiarazioni dei redditi i ns. uffici sono a disposizione per la stesura della dichiarazione in merito ai costi sanitari sostenuti nell'anno 2017 detraibili o deducibili.

Abbiamo predisposto un riassunto sintetico delle agevolazioni previste dall'attuale normativa fiscale