Tel. 0161.486324 | info@cooperativauno.it

Servizi e organizzaione

Il problema derivante dalla scarsità di servizi per la prima infanzia porta la Cooperativa a proporre luoghi in grado di offrire ai bambini l’occasione di vivere un’esperienza arricchita sia dalle opportunità di gioco e di incontro con i coetanei, sia dalla possibilità di affrontare positivamente una prima separazione dalle figure familiari. La Cooperativa vuole fornire un servizio che valorizzi e soddisfi le normali esigenze evolutive dei bambini come l’appropriazione o acquisizione di autonomia, la socialità diretta ad altri bambini ed alle figure adulte di professionisti che vigilano in un ambiente dolce e protetto; costituendo un’occasione che permetta il concretizzarsi di un’iniziativa di carattere sociale che fronteggi il reale bisogno di custodia e di educazione dei bambini.

Convivendo parte della giornata con bambini coetanei e non, il bambino imparerà il significato di generosità e sincerità per iniziare a crescere ed a rapportarsi con altri. Saranno lezioni particolarmente efficaci, poiché il bambino ha bisogno anche dell’approvazione e dell’affetto dei suoi piccoli amici. Il “nido” diventa più che mai ambiente di vita, famiglia allargata, luogo di sperimentazioni, di gioia, di conoscenza.

Organizzazione strutturale

Il locale di oltre 330 metri quadri, cui si aggiunge il giardino/terrazzo di 150 mq, sito al centro del Paese permette una facile accessibilità tramite il vicino parcheggio e benché situato al primo piano è servito da un’ascensore di grandi dimensioni.

Tutte le pareti dei locali adibiti al soggiorno ed al gioco sono stati rivestiti con gomme colorate dello spessore di 0,8 cm adatte ad evitare traumi e contusioni, mentre il pavimento (con la sola eccezione dei bagni) è stato realizzato in PVC dello spessore di 0,5 cm rendendolo uniforme e leggermente morbido in caso di urto accidentale. Anche le pareti e le fioriere del terrazzo sono rivestite in pannelli di polistirene foderati in gomma, mentre sul pavimento si è sistemato un telo di erba sintetica per limitare i danni da cadute. In nessuna parte del nido sono presenti gradini o ostacoli al camminamento.

Tutti gli spigoli, sia all’interno dei locali che sul terrazzo, sono rivestiti con appositi paracolpi in gomma semirigida.

L’orario di apertura previsto dal Lunedì al Venerdì va dalle ore 7.30 del mattino alle ore 16.30 del pomeriggio, ma prevede anche una fascia oraria più prolungata solo su richiesta dei genitori.

L’apertura del servizio avverrà dalla prima settimana di Settembre e terminerà l’ultima settimana di Luglio, con chiusura del servizio a Natale, Pasqua e ad altre festività nazionali e locali (Comunque verranno accolte le richieste dei genitori).

I bambini prelevati dal nido, al momento dell’uscita, saranno affidati esclusivamente ai genitori o a persone munite di delega scritta, firmata dai genitori e confermata personalmente o telefonicamente durante la giornata. Nel caso in cui i genitori dei bambini siano separati o divorziati, la responsabile ritiene opportuno conoscere ciò che è stato concordato legalmente per affidare il bambino al genitore.

Il personale responsabile potrà decidere se necessario, l’allontanamento del bambino nel momento in cui lo riterrà opportuno e necessario per salvaguardare il benessere degli altri bambini.

L’asilo nido è dotato di un registro delle presenze dei bambini in cui verrà annotato l’orario di ingresso e di uscita degli stessi, e avrà un suo regolamento interno inerente l’organizzazione del servizio che sarà distribuito a tutte le famiglie per essere approvato e di conseguenza controfirmato.

Metodi applicati

I metodi educativi adottati dal servizio sono conformi alle norme legislative che ne regolano il settore, offrendo ai bambini l’opportunità di frequentare un luogo che potenzi lo sviluppo delle capacità cognitive, affettive, sociali.

Progettando un coerente lavoro didattico suddiviso in fasce di età, che rispetti gli itinerari della crescita, l’istituzione prevede una ripartizione che raggruppi i bambini della stessa età. Questa scelta faciliterebbe inoltre la realizzazione di percorsi appropriati ed individualizzati che valorizzano l’esigenza e le competenze dei singoli bambini.

Inserimento

L’inserimento del bambino è un momento cruciale del suo sviluppo, nelle diverse dimensioni: cognitiva, sociale - relazionale, emotiva; ma è un momento delicato anche per i genitori, i quali devono avere piena fiducia nell’istituzione, per poter essere sereni e trasmettere serenità ai propri figli.

Il primo incontro tra i genitori ed educatori avviene durante un colloquio preliminare in cui si condividono informazioni relative al bambino.

L’inserimento al nido è un momento molto delicato per il bambino in quanto avviene il primo distacco dalla mamma.

E’ necessario rendere questa fase il meno traumatico possibile, organizzandola in modo graduale: il periodo di inserimento ha una durata minima di circa una settimana in cui la presenza della mamma diminuisce a poco a poco.

Ciò permette sia al bambino che alla mamma di conoscere il nuovo ambiente, di abituarsi ai nuovi orari e di istaurare un rapporto affettivo con persone sconosciute.

E’ importante, se possibile, garantire una figura di riferimento e una regolarità di presenza all’arrivo del bambino.

Organizzazione degli spazi

La ripartizione degli spazi al nido è organizzata secondo un fine educativo e rispettando le normative si è scelto di utilizzare la suddivisione dell’ ambiente in sezioni affinché i bambini della stessa età possano condividere in modo più semplice lo svolgimento delle attività adeguate al loro sviluppo così come vi saranno momenti della giornata in cui i bambini di età diverse si incontreranno e interagiranno tra loro: è quindi previsto un metodo educativo di tipo misto: sia orizzontale che verticale, individuabile a seconda delle situazioni e privilegiando l’uno o l’altro a seconda dei diversi momenti di vita all’interno della struttura.

La metratura permette l’accoglienza fino ad un massimo di 30 bambini divisibili in tre sezioni:

Lattanti: area gioco attrezzata per attività varie, sala da pranzo con seggioloni, area dormitorio con lettini, bagni con fasciatoii, lavabi e tutto l’occorrente per l’igiene del bambino;

Semidivezzi: area gioco per attività varie, sala da pranzo con tavolini, seggioline e qualche seggiolone, zona nanna con lettini, bagni con fasciatoi, lavabi, waterini e tutto l’occorrente per l’igiene del bambino;

Divezzi: area gioco per attività varie, sala da pranzo con tavolini, seggioline, area dormitorio con appositi lettini.

 

Le Strutture

Notizie ed Eventi

Nella serata di mercoledì 18 aprile l'amministrazione comunale di Livorno Ferraris ha invitato il Presidente della Cooperativa Sociale Uno, Roberto Amateis e la responsabile dell'asilo nido "Le Piccole Birbe" Maria Fariello a partecipare ad un consiglio comunale durante il quale il sindaco Stefano Corgnati e l'assessore Bianca Mezzalama, mostrando una cortesia ed un senso dell'istituzione fuori dal normale, hanno conferito un riconoscimento alla nostra Cooperativa per l'attività dell' asilo nido.

Sono stati pubblicati, nell'apposita sezione del sito, i primi report sui questionari somministrati ai parenti degli ospiti per conoscere la percezione dei servizi offerti nelle residenze per anziani gestite dalla Cooperativa Sociale Uno.

Per il momento sono disponibili i dati relativi a Villa Elena ed alla Rondinella.

Purtroppo i questionari sono stati riconsegnati solo dalla metà dei parenti coinvolti, che ringraziamo per la preziosa collaborazione e per il tempo dedicatoci

foto di gruppo con le maschere e gli operatori in turno

il 16 febbraio le maschere del carnevale di Rondissone hanno fatto visita agli ospiti della Rondinella, allietando il pomeriggio

Con l'approssimarsi delle dichiarazioni dei redditi i ns. uffici sono a disposizione per la stesura della dichiarazione in merito ai costi sanitari sostenuti nell'anno 2017 detraibili o deducibili.

Abbiamo predisposto un riassunto sintetico delle agevolazioni previste dall'attuale normativa fiscale